ALPITUDINI Storie e sguardi sulle montagne

Postato in eventi in Trentino

Alpitudini. Storie e sguardi sulle montagne è una rassegna di cinema, fotografia, racconti e letteratura di montagna che si tiene a Molveno (Trento), tra le Dolomiti di Brenta, dal 26 luglio al 5 settembre 2013. Ospitata in una località storica dell’alpinismo, nasce dall’idea di riunire appassionati della montagna attraverso diverse forme di arte e cultura contemporanea.

locandina_AlpitudiniArticolata in otto incontri serali che si svolgono a Molveno (TN) dal 26 luglio al 5 settembre 2013, questa rassegna si sviluppa attorno all’idea che le montagne, oltre che a contatto diretto con la roccia, si possono conoscere e guardare anche attraverso la lente della fotografia, del cinema, della letteratura e di altre forme di cultura contemporanea.
Alpitudini. Storie e sguardi sulle montagne nasce come tentativo di recuperare il legame con la montagna quale luogo di scoperta e di conoscenza, un aspetto identitario importante per la località di Molveno, che storicamente è stato uno dei primi luoghi di partenza per l’esplorazione alpinistica nel Gruppo delle Dolomiti di Brenta.
Questa rassegna vuole porsi come un’occasione di confronto, relazione, partecipazione, dove possano incontrarsi popolazione locale e turisti di passaggio, appassionati di alpinismo e ospiti venuti da lontano.

Un nodo attorno al quale si è molto riflettuto, nella fase di creazione del programma, è quello delle montagne contemporanee: come si vive, oggi, in alta quota? Delle montagne come luogo di vita che presenta talvolta anche delle ‘durezze’ si parla nella conferenza spettacolo dell’antropologo trentino Duccio Canestrini, che apre la rassegna venerdì 26 luglio (presso la Sala Congressi di Molveno, alle ore 21.00)presentando La montagna del dio cannibale. Duccio Canestrini, antropologo, viaggiatore e docente universitario, coinvolge il pubblico – attraverso immagini, vignette, musica, letture e videoclip – in una riflessione sulla vita “erta” e sulle contraddizioni dello sviluppo. Per un’antropologia “pop” dell’andare e dello stare in montagna.

Se le prime montagne sulle quali si posa lo sguardo sono le proprie, le Dolomiti di Brenta non potevano che essere le protagoniste di questa rassegna. Con la presenza di Franco De Battaglia, uno dei maggiori conoscitori della storia delle Dolomiti di Brenta, domenica 4 agosto (presso la Sala Congressi di Molveno, alle ore 21.00) si terrà la presentazione del volume Dolomiti di Brenta a cura di Franco de Battaglia, Alberto Carton e Ugo Pistoia appena pubblicato da CIERRE Edizioni in collaborazione con la SAT. L’opera è un lavoro multidisciplinare che accosta scienze umane a scienze della terra, dalla geologia all’antropologia alla storia per ripercorrere le tappe di un alpinismo che sul Brenta ha trovato un laboratorio degli stili e delle idee e anche un luogo di affermazione dell’orgoglio irredentistico. Attraverso testi di alta divulgazione, corredati da un apparato iconografico d’eccezione e redatti dai maggiori esperti di ogni settore, si “racconta” il Gruppo del Brenta con una profondità e una completezza mai raggiunte fino a oggi. Accanto a Franco De Battaglia saranno presenti anche il co-autore Ugo Pistoia, il geologo Riccardo Tomasoni, oltre all’editore Gerardo Gerard e al fotografo Giampaolo Calzà, che insieme hanno curato la ricerca iconografica per questo volume.

Alla fotografia di montagna è dedicata la serata di giovedì 8 agosto (presso la Sala Congressi di Molveno, alle ore 21.00), con la presentazione del libro fotografico Dentro e fuori le cime. Dolomiti di Brenta: tra l’occhio e il passo di Alberto Bregani. A introdurre la serata sarà Fabrizio Torchio, giornalista, esperto alpinista e autore di libri e guide di montagna. Alberto Bregani, tra i migliori interpreti della fotografia di montagna in bianconero, racconta le “sue” Montagne, le Dolomiti di Brenta, e il viaggio di quattro anni che l’ha portato “dentro e fuori” questo splendido e misterioso gruppo dolomitico, reinterpretandolo in modo originale attraverso prospettive nuove e mai banali. Dal suo libro sono tratte le fotografie utilizzate per la locandina della rassegna. In via esclusiva per Alpitudini, Bregani infine aprirà una finestra sul nuovo, emozionante progetto “SoloIlVento” al quale sta attualmente lavorando in terra trentina.

La montagna e la sua storia possono anche diventare protagoniste attraverso la narrazione, soprattutto se la voce narrante è un’ospite d’eccezione come l’alpinista Ermanno Salvaterra, che quelle montagne, le Dolomiti di Brenta, le frequenta e attraversa da sempre. Venerdì 30 agosto(presso la Sala Congressi di Molveno, alle ore 21.00) Ermanno Salvaterra presenta il racconto per immagini e parole La storia della conquista delle Dolomiti di Brenta. Attraverso immagini e filmati l’alpinista narra la storia dell’esplorazione alpinistica del Brenta, partendo da John Ball con la prima traversata del Brenta nel 1864 fino agli anni Sessanta con i protagonisti contemporanei.

Al cinema di montagna sono riservati tre incontri serali (presso la Sala Congressi di Molveno, alle ore 21.00), in collaborazione con il Trento Film Festival e la Sezione SAT di Molveno, con una selezione di film dagli archivi del Trento Film Festival e dalla Cineteca Nazionale del CAI. Venerdì 2 agosto è la volta del documentarioC’è pane per i tuoi denti. Patagonia 1958 : frammenti di una spedizionedi Riccardo Decarli e Lorenzo Pevarello (Italia, 2009, 62’)seguito daCOLDdi Corey Richards, Anson Fogel (USA, 2011, 19 minuti), GENZIANA D’ARGENTO al miglior cortometraggio al 60° Trento Film festival.

Sono in proiezione venerdì 16 agostoi tre cortometraggi: McKinley 1961 – Storia di un’amicizia di Paola Nessi (Italia, 2011, 29’); Con le spalle nel vuoto – Vita di Mary Varaledi Sabrina Bonaiti (Italia, 2010, 30’) e La dura dura di Josh Lowell (USA, 2012, 28’).

La terza serata di proiezioni di cinema d’alta quota si tiene sabato 24 agosto conLa voie Bonatti di Bruno Peyronnet (Francia, 2011, 54’) e Honnold 3.0 di Josh Lowell e Peter Mortimer (USA, 2012, 32’).

A concludere la rassegna, giovedì 5 settembre (presso la Sala Congressi di Molveno, alle ore 21.00), sarà la presentazione di un libro fresco fresco di stampa: Point Lenana di Wu Ming 1 (che sarà presente in sala) e Roberto Santachiara. Pubblicato da Einaudi nella collana Stile Libero, Point Lenana è un romanzo-inchiesta scritto a quattro mani da Wu Ming 1, membro del collettivo di scrittori Wu Ming, con il giornalista Roberto Santachiara. E’ il risultato di anni di viaggi, interviste e ricerche d’archivio, che hanno portato i due fino in cima al Monte Kenya sulle tracce di tre italiani in fuga da un campo di prigionia inglese in Africa, nel 1943. Si racconta di montagna e di guerra, di alpinismo e della storia italiana del Novecento, ma anche di ricerca della libertà.

La rassegna Alpitudini. Storie e sguardi sulle montagne è realizzata dal consorzio turistico Molveno Holiday, in collaborazione con: Comune di Molveno, Biblioteca Intercomunale Altopiano Paganella Brenta, Trento Film Festival, Sezione SAT di Molveno, Cineteca Nazionale del CAI. Con il patrocinio di: Accademia della Montagna del Trentino.

Tutte le serate si tengono presso la Sala Congressi di Molveno, con inizio alle ore 21,00. L’ingresso è libero.

Per informazioni:

www.alpitudini.tumblr.com

 

Read more http://bit.ly/1dKHuQ6

Newsletter

Orario d'apertura

Aperto tutti i giorni

dalle 18.30-00.00

giorno di riposo: martedì e domenica

A pranzo su richiesta

richiesta di prenotazione

Officina del Gusto

logo OTT

presidi e alleanza

Logo def SVT trasparenza

LOGO ECORSISTORAZIONE