IL FIUME CHE NON C’è: sabato 16 maggio torna la festa di San Martino

Postato in eventi in Trentino

Sabato 16 maggio torna a scorrere per le vie di San Martino “Il fiume che non c’è”, l’originale festa di quartiere arrivata al settimo anno.

600-Fiume2015

Dalle 15 fino alle 24, strade e piazzette del quartiere si animeranno con un ricco programma di attività, dedicate a bambini e ragazzi nel primo pomeriggio e alla musica e all’arte fino alla notte. L’organizzazione è ancora una volta dal basso, con l’ampio numero di realtà attive nel quartiere sedute attorno al tavolo coordinato da il Funambolo.

Il titolo di questa edizione è “ponti”: fra periferia e centro città, fra generazioni e culture, fra stili di vita e di divertimento, fra arte, musica e quieto vivere. Ponti tesi almeno per una sera, almeno per una festa

Si comincia alle 15 in contemporanea presso il Parco della Predara (con la pallavolo) e a Largo Nazario Sauro con giochi e laboratori, fino alle 17, quando sarà offerta una merenda a tutti i partecipanti. Il programma per bambini e ragazzi è organizzato da coop Arianna, cag L’Area appm onlus, ass. Altrimenti e Music Together.

Fra le novità di questa edizione, la presenza del collettivo Art4Ca$h, con ben nove artisti in mostra lungo via San Martino. Oltre all’arte, le realtà del quartiere offrono molte diverse attività fino alla sera:

davanti alla libreria Rileggo si trova l’installazione “Un albero per il futuro”, di Fiera Bolzano in collaborazione con il Funambolo; la Fondazione Museo Storico del Trentino raccoglie videointerviste sulla storia e l’attualità del quartiere; l’associazione Altrimenti promuove una tavola rotonda sui “ponti” tra culture e realtà plurali; la Seggiolina Blu propone una lettura musicale; la scuola di danza d-Lab offrirà un saggio delle proprie giovani allieve; L’Area presenta lo spettacolo itinerante “Itaca”. Lungo la via, a partire dalle 18 risuoneranno le note itineranti della RAccatuM Band.

A partire dalle 20, fino alle 24, si attiveranno i 5 “ponti” musicali dislocati in tutto il quartiere: la cura è de il Funambolo, che li ha intitolati a 5 storici artisti della corda, perché in fondo la fune non è che un ponte sul vuoto.

La proposta musicale è come al solito molto ricca e variegata, fra generi e provenienze diverse: si va dalle note balcaniche della Nema Problema Orkestar di Milano, allo swing scatenato della siciliana Banda del Pozzo. Più sperimentali sono invece le proposte di due grandi band dell’underground indie italiano: i bolognesi Melampus e i trevigiani Kill Your Boyfriend assicurano una certa dose di originalità al contesto sempre anomalo di questa festa di quartiere. Da Parma invece arriva Guido Maria Grillo, cantautore fra i più ricercati del panorama italiano, già passato di recente a Trento (e molto apprezzato) in compagnia di Cristiano Godano; suoni più blues e soul per due one-man-band, il padovano Ulisse Schiavo e Soul T, il progetto solista di un protagonista della scena locale come Luca Tocco. A completare il programma, altre band locali come Cui Bono?, Twilight Kid e The Bridge.

Oltre alla musica dal vivo, come nella scorsa edizione c’è un punto della festa tutta dedicata al ballo: a dividersi la scena saranno due realtà locali molto apprezzate come Swing dance Trento e Nonsololatino.

Non manca nemmeno il teatro di strada: il Centro Teatro del Comune di Trento propone le irruzioni sul campo dei frequentanti del corso di “teatro di strada”, all’insegna dell’improvvisazione e del divertimento.

Naturalmente per tutto il giorno e la sera saranno presenti numerosi punti di ristoro, con stili e proposte diverse. Perché in questo piccolo salotto cittadino ognuno si senta a proprio agio e passi una giornata percorrendo i tanti ponti necessari alla formazione di una comunità.

Il fiume che non c’è è frutto del lavoro e della collaborazione del tavolo di San Martino, al quale partecipano:

Barycentro – Bookique – Centro di aggregazione L’AREA/A.P.P.M. Onlus – Cooperativa Arianna – Cooperativa Quater – d-lab – Fondazione Museo storico del Trentino – Rileggo; con il coordinamento di il Funambolo

in collaborazione con:

Art4Cash – Associazione Altrimenti – Centro Teatro di Trento di proprietà del Comune di Trento – Politiche Giovanili, gestito da Con.Solida – Fieramesse.it – Matteo De Stefano Studio Fotografico – La Seggiolina Blu

Il Fiume che non c’è è un’iniziativa realizzata con il contributo della Fondazione Caritro, della Circoscrizione Centro Storico Piedicastello del Comune di Trento e con il sostengo degli esercenti e degli abitanti del quartiere.

Quartiere di San Martino (via San Martino, L.go Nazario Sauro, via Torre d’Augusto, Parco della Predara)

il 16.05.2015, dalle 15 alle 24.

http://www.ilfunambolo.it/2015/05/13/il-fiume-che-non-ce-2015/

coordina:

il Funambolo: www.ilfunambolo.it _ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. _ 3497256556

The post IL FIUME CHE NON C’è: sabato 16 maggio torna la festa di San Martino appeared first on Trento Blog.

Read more RATE_LIMIT_EXCEEDED

Newsletter

Orario d'apertura

Aperto tutti i giorni

dalle 18.30-00.00

giorno di riposo: martedì e domenica

A pranzo su richiesta

richiesta di prenotazione

Officina del Gusto

logo OTT

presidi e alleanza

Logo def SVT trasparenza

LOGO ECORSISTORAZIONE