IL MISO

Postato in eventi in Trentino

IL MISO
Nell’augurare a tutti una Pasqua serena, con un pensiero rivolto anche a chi è meno fortunato, oggi vi parlo di un alimento meraviglioso: IL MISO!
Il miso ha origini antiche ed è molto usto in Giappone ed in certe zone dell’Asia. E’ derivato dalla soia che viene fatta fermentare con sale ed un fungo chiamato Aspergillus Oryzae per un tempo più meno lungo (fino a 2 anni) dando origine a diversi tipi di miso: lo Shiro miso ed il miso tradizionale (Hacho miso). Alla soia possono essere aggiunti anche riso (Kome miso) o orzo (Mugi miso). Attenzione quindi: chi è celiaco o ha sensibilità al glutine dovrà controllare bene l’etichetta e nel primo caso scegliere un miso dichiarato senza glutine.
Il primo si presenta in forma liquida ed ha un colore chiaro ed un sapore delicato; è adatto per i condimenti, per esempio delle insalate, se diluito con un po’ di acqua e con l’aggiunta di tahin; il secondo è solido, scuro ed è il tipico ingrediente della zuppa che prende il suo nome (e che è uno dei piatti “indispensabili” della cucina macrobiotica): la Zuppa di Miso, di cui trovate una variante anche nel mio libro “Vegan senza glutine”.

Il miso è ricco di fermenti, enzimi, proteine vegetali (la soia è l’unico legume che contiene tutti gli 8 amminoacidi essenziali), vitamine e minerali. Per avere un alimento vitale e preservare enzimi e vitamine è opportuno scegliere un miso a lunga fermentazione, non pastorizzato ed aggiungerlo nelle preparazioni calde a fine cottura. Ne va usato poco perché è un prodotto salato e quindi sostituisce il sale o il dado. Il quantitativo consigliato è di circa 1/2 – 1 cucchiaino piccolo a persona.

Come tutti gli alimenti fermentati, benefici per il nostro inetstino, è ideale anche nei cambi di stagione quando l’organismo deve rinnovarsi.

Il suo gusto inizialmente vi sembrerà strano ma poi vi conquisterà e non potrete più farne a meno.
Una coppetta di zuppa di miso consumato ogni giorno prima del pasto serale (e per i più coraggiosi al mattino a colazione) favorisce la salute dell’intestino (e da quella sappiamo che dipende la salute dell’organismo), aiuta la digestione, apporta i nutrienti che abbiamo visto, riscalda e rinvigorisce.

Ecco la ricetta:

ZUPPA DI MISO CLASSICA

Ingredienti per 4 persone

4 tazze di acqua fredda
1 cipolla piccola
1 carota
2 foglie di cavolo
2 cucchiaini di miso di riso
zenzero fresco
un pezzetto di alga wakame

Metto in ammollo l’alga in acqua fredda per almeno 10 minuti. Taglio a fettine o strisce le verdure. Taglio a strisce anche l’alga, eventualmente togliendo la parte più dura (la costola interna). Verso in una pentola le verdure, l’alga e 4 tazze di acqua fredda. Porto a bollore e cuocio per 5-10 minuti. Alla fine aggiungo il miso (fatto sciogliere precedentemente in un poco di brodo) e dello zenzero grattugiato o il succo dello zenzero grattugiato. Lascio riposare 1 minuto a pentola coperta. Servo calda. Nella stagione più calda può essere consumata anche tiepida. si può guarnire con prezzemolo o cipollotto tagliato fine.

The post IL MISO appeared first on Trento Blog.

Read more http://bit.ly/2p8tXm3

Newsletter

Orario d'apertura

Aperto tutti i giorni

dalle 18.30-00.00

giorno di riposo: martedì e domenica

A pranzo su richiesta

richiesta di prenotazione

Officina del Gusto

logo OTT

presidi e alleanza

Logo def SVT trasparenza

LOGO ECORSISTORAZIONE