MUSE: Incroci di pagine – speciale Estinzioni

Postato in eventi in Trentino

 

Al via un ciclo di quattro incontri ispirato ai temi sollevati dalla mostra Estinzioni. Storie di catastrofi e altre opportunità.

600 Incroci_low

Da marzo a giugno ogni mese un libro di recente pubblicazione diventa il punto di partenza per innescare nuovi orizzonti di senso e prospettive su temi di forte attualità legati alla salute e al futuro del nostro pianeta.

 

In occasione della mostra Estinzioni. Storie di catastrofi e altre opportunità (al MUSE fino al 26 giugno 2017) ritorna l’appuntamento con Incroci di pagine. Nel corso di ogni incontro, ospitato nella grande piazza coperta del museo, un libro di recente uscita sarà il punto di partenza per un dialogo tra ospiti con formazione e storie professionali differenti. Gli incontri si pongono l’obiettivo di stimolare la riflessione attorno al tema delle estinzioni per analizzare i comportamenti quotidiani alla luce delle leggi naturali del mondo in cui viviamo e porre interrogativi sul senso del nostro stare al mondo (anche) dal punto di vista della storia naturale. Quattro i libri scelti per tracciare un percorso che si chiarirà con sempre maggiore precisione di mese in mese: La Sesta Estinzione. Una Storia innaturale di Elisabeth Kolbert (16 marzo, ore 18.00), Blue Economy 2.0 (20 aprile, ore 18.00) dell’economista e imprenditore belgaGunter Pauli, Sono Dio (11 maggio, ore 18.00) dello scrittore e agronomo Giacomo Sartori e Il Significato dell’esistenza umana (8 giugno, ore 18.00) del biologo statunitense Edward Osborne Wilson.

 

Il primo appuntamento, giovedì 16 marzo alle 18.00, prende il via dalle pagine di un testo rigoroso, ma al tempo stesso accessibile, vincitore del premio Premio Pulitzer 2015: La Sesta Estinzione. Una storia innaturale di Elisabeth Kolbert. A discuterne, portando la propria storia professionale e il proprio mondo culturale, Pierangelo Giovanetti, giornalista e direttore del quotidiano l’Adige e Massimo Bernardi, paleontologo del MUSE.

Scrittrice e giornalista, Kolbert segue per il New Yorker il tema cambiamenti climatici e del riscaldamento globale. La Sesta Estinzione, uno strabiliante successo al suo apparire negli Stati Uniti, ripercorre la storia delle Big Five, le cinque grandi estinzioni di massa che hanno interessato il nostro pianeta, per gettare una luce su un altro allarmante evento di cui gli esseri umani sembrano essere i protagonisti: La Sesta Estinzione.

Il libro si sviluppa in tredici capitoli, ognuno dei quali segue le vicende di una specie sotto certi aspetti emblematica: il mastodonte americano, l’alca gigante, una ammonite scomparsa alla fine del Creataceo, in contemporanea con l’estinzione dei dinosauri. Dalla foresta pluviale amazzonica alla cordigliera delle Ande, dalla Grande Barriera Corallina alla scomparsa di organismi che fino ad oggi hanno abitato il giardino di casa, dalle coste delle Galapàgos, fino a quelle delI’Islanda: taccuino alla mano Kolbert si reca di persona in questi luoghi, costruendo un avvincente racconto in cui all’entusiasmo per le nuove, recenti conoscenze sull’argomento, si unisce la consapevolezza del cruciale ruolo giocato dall’uomo nella sempre più rapida e inarrestabile scomparsa di intere specie viventi.

Prendendo le mosse dalle domande sollevate dal libro, nel pomeriggio tardo di Incroci ci si addentrerà nelle pieghe di un’analisi a tratti inquietante, ma anche sobria e rigorosa, della situazione in cui versa il nostro pianeta, prendendo in considerazione il ruolo cruciale dell’uomo come fattore e promotore di cambiamento. Fra i temi oggetto di discussione il concetto di limite, la velocità dei cambiamenti e il potere delle reazioni a catena innescate da certe drammatiche scelte ad opera dell’uomo, le tante opportunità innescate dai momenti di crisi.
Un’occasione per riflettere sul tema delle estinzioni con uno sguardo volutamente ampio e onnicomprensivo, capace di abbracciare anche l’attualità più stringente.

Un dialogo fra scienza e cronaca, fra paleontologia e giornalismo, fra ambiente e società, capace di spaziare dalla dimensione locale a quella internazionale grazie alla presenza di un professionista della parola e di un uomo di scienza, entrambi a contatto quotidiano con la dimensione più complessa, contradditoria e contemporanea di Homo sapiens.  


Presso il MUSE Shop sono in vendita tutti i libri del ciclo Incroci di pagine 2017.

Dopo gli incontri speciale aperitivo al MUSE Cafè e la degustazione offerta da EcorNaturaSì.

 

Incroci di pagine è un progetto legato alla mostra Estinzioni. Storie di catastrofi e altre opportunità, al MUSE fino al 26 giugno 2017.

 

INCROCI DI PAGINE – SPECIALE ESTINZIONI

16 marzo, ore 18.00

Passato estinto?

Il libro: La sesta Estinzione, E. Kolbert, Neri Pozza

Massimo Bernardi – paleontologo, MUSE – Trento

Pierangelo Giovanetti – giornalista e direttore del quotidiano l’Adige

 

PROSSIMI INCONTRI

20 aprile, ore 18.00

Il capitale naturale

Il libro: Blue Economy 2.0, Gunter Pauli,Edizioniambiente

 

11 maggio, ore 18.00

Ecosocietà

Il libro: Sono Dio, G. Sartori, NN Edizioni

 

8 giugno, 18.00

C’è un senso?

Il libro: Il significato dell’esistenza umana, E. O. Wilson, Codice Edizioni

 

Tutte le info su www.muse.it

Segui #incrocidipagine sui profili Facebook, Twitter e Instagram del MUSE

The post MUSE: Incroci di pagine – speciale Estinzioni appeared first on Trento Blog.

Read more http://bit.ly/2n281HT

Newsletter

Orario d'apertura

Aperto tutti i giorni

dalle 18.30-00.00

giorno di riposo: martedì e domenica

A pranzo su richiesta

richiesta di prenotazione

Officina del Gusto

logo OTT

presidi e alleanza

Logo def SVT trasparenza

LOGO ECORSISTORAZIONE